Motori elettrici

Articoli, News, PDF, Prodotti, Webinar su Motori elettrici.

Gli ultimi articoli e news su Motori elettrici

Andrea Battauz

Come scegliere apparecchi elettrici da installare in zona ATEX

Applicazione di alcune semplici regole per effettuare un primo abbinamento tra apparecchio elettrico e sito d'installazione basato sui concetti di EPL, gruppo di gas e classe di temperatura, nelle zone ATEX.

ABB

ABB acquisisce il business dei motori NEMA in bassa tensione di Siemens

- ABB espande il suo portafoglio di motori NEMA in bassa tensione per affermarsi ulteriormente come leader in questo segmento - In linea con quanto annunciato da ABB per quanto riguarda l'espansione in nuovi mercati e l'aumento profittevole della quota di mercato - Attività produttive in Messico per sostenere la crescita futura - Si prevede che l'acquisizione impatterà sulla crescita dei margini del business ABB Motion entro 24 mesi

ABB

"L'applicazione di soluzioni ad alta efficienza energetica ai motori elettrici è una delle carte vincenti per il risparmio energetico"

- Nell'ultimo episodio del podcast ABB Decoded, il Presidente della divisione Motion Service di ABB Adrian Guggisberg parla della necessità di risparmiare energia per raggiungere gli obiettivi di carbon neutrality. - Guggisberg condivide come l'applicazione di soluzioni digitali possa migliorare significativamente l'efficienza energetica dei motori elettrici installati - Il podcast esplora alcune innovazioni ABB che aiutano le industrie a risparmiare più energia

SIEMENS Industry Software

Soluzioni Siemens: "i motori" dell'innovazione

- SIMOTICS 1FS2: perfetto per applicazioni nel F&B, dove è richiesto il lavaggio igienizzante delle macchine - SIMOTICS Connect 400 permette a qualsiasi azienda di monitorare il funzionamento dei propri motori senza limitazioni di campo e settore - SIMATIC Micro-Drive, soluzione decentrata dalle dimensioni estremamente compatte - SINAMICS G115D: consente una riduzione drastica del cablaggio per applicazioni nel settore intralogistica

ABB

ABB Motion Capital Markets Day: la transizione energetica traina una crescita redditizia

Secondo gli studi, circa il 45% dell'elettricità mondiale viene convertita in movimento mediante motori elettrici. Un'ampia fetta della base installata è costituita da motori vecchi e inefficienti. Al tempo stesso, solo il 23% dei 300 milioni di motori elettrici industriali attualmente in esercizio in tutto il mondo è controllato da azionamenti a velocità variabile che consentono di risparmiare energia e migliorare le prestazioni. Accelerando l'adozione di motori e azionamenti che offrono la massima efficienza energetica (nell'industria, nelle città e nei trasporti), si otterranno notevoli risparmi energetici in tutto il mondo, avvicinandoci all'obiettivo degli 1,5 gradi.

Mouser
Comau - Robotics & Service Business Unit

COMAU ha realizzato per Geely Veremt una linea di assemblaggio ad alto volume di motori elettrici

Comau ha sviluppato e implementato una linea di assemblaggio automatizzata di e-drive per Geely Automobile Holdings, presso il suo stabilimento Geely Veremt, a Ningbo (Cina), per l'assemblaggio completo di motori elettrici, cambi e inverter. Progettata in stretta collaborazione con il team Geely, la linea completa utilizza un sistema di produzione automatizzato flessibile per assemblare rotori a magneti permanenti, cambi e trasmissioni elettroniche, oltre che per il controllo qualità e i test automatizzati.

Danfoss

Idrogeno verde, elettrolizzatori e fuel cell

La competenza di uno specialista in conversione di energia per una completa transizione energetica Da oltre 50 anni Danfoss Drives produce inverter per il controllo di motori elettrici e convertitori di energia. Grazie alla disponibilità di un'ampia gamma di drives, troverai sempre la giusta soluzione per la tua specifica esigenza applicativa, sia che si tratti di impianto completo di produzione di idrogeno, che di puro elettrolizzatore.

Ise

Sistemi di diagnostica per motori elettrici: Cosa sono a Cosa servono

I sistemi di diagnostica per motori elettrici sono il complesso di misure elettriche, statiche e dinamiche, utilizzate per il monitoraggio dello stato di salute di un motore elettrico, per il rilevamento di eventuali guasti e per la gestione preventiva dei malfunzionamenti. Vediamo cosa sono e a cosa servono le misure statiche e dinamiche, quali parametri analizzano e l'impatto della gestione preventiva dei malfunzionamenti sulla prestazione del motore elettrico.

Paolo Ferrario

STOCCAGGIO DELL'IDROGENO IN IDRURO METALLICO

Perché lo stoccaggio dell'idrogeno in idruro metallico é importante. I camion, gli autobus o le auto alimentati a idrogeno sono molto simili alle comuni automobili "elettriche" a batteria che si vedono sempre più spesso ogni giorno. Anche i veicoli a idrogeno sono veicoli elettrici, ma il sistema di alimentazione è in parte diverso: l'idrogeno e l'ossigeno reagiscono all'interno di una cella a combustibile generando l'elettricità che anima un motore elettrico. Mentre i veicoli a batteria traggono energia da batterie agli ioni di litio precaricate, i veicoli alimentati a idrogeno immagazzinano il carburante a bordo, all'interno di serbatoi pressurizzati. Per una massima densità energetica, l'idrogeno immagazzinato deve essere sottoposto a pressioni fino a 700 bar per poter essere contenuto nello spazio limitato del serbatoio e garantire un'autonomia adeguata. Questi serbatoi devono essere sufficientemente resistenti per sopportare l'alta pressione e devono anche essere impermeabili all'idrogeno per evitare che il gas fuoriesca. Tuttavia, si stanno cercando delle alternative ai serbatoi al fine di evitare problemi di sicurezza legati alla pressione estrema e prevenire sprechi di energia quando si comprime l'idrogeno a simili pressioni.

ABB

Aggiornamento sull'efficienza energetica in Europa

Con l'entrata in vigore del regolamento sulla progettazione ecocompatibile UE 2019/1781 dal 1° luglio 2021, ABB fornirà prodotti che eccedono i requisiti normativi. "In un mondo che punta a decarbonizzare le industrie e le infrastrutture, diventa più che mai impellente migliorare l'efficienza energetica," ha dichiarato recentemente Morten Wierod, presidente della Business Area Motion di ABB. Come capo della divisione Motion, che è il più grande fornitore mondiale di azionamenti a velocità variabile e motori elettrici, Morten sa bene come la tecnologia possa contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico. E manda un messaggio incoraggiante: la tecnologia necessaria per ridurre drasticamente il consumo energetico dei motori elettrici è già disponibile grazie ad ABB. La International Energy Agency (IEA) ha pubblicato di recente alcuni dati che dimostrano chiaramente l'importanza di aumentare l'efficienza dei motori elettrici e l'impatto di questa misura: l'industria e gli edifici insieme rappresentano il 67 percento del consumo mondiale di energia e il 52 percento delle emissioni globali di CO2. La maggior parte dell'elettricità consumata nell'industria è destinata a sistemi con motori elettrici. Gli edifici commerciali impiegano quasi il 40 percento dell'energia elettrica per i motori che azionano gli impianti di riscaldamento, condizionamento dell'aria e pompaggio dell'acqua. Traducendo queste cifre in esempi concreti, si può affermare che, adottando prodotti ad alta efficienza energetica, nella sola Unione Europea si potrebbe risparmiare una quantità annua di elettricità pari al consumo nazionale dei Paesi Bassi. Dal 1° luglio 2021 entrerà in vigore il Regolamento Ecodesign UE 2019/1781 dell'Unione Europea per i motori a induzione in bassa tensione con funzionamento DOL (direct-on-line) e gli azionamenti a velocità variabile. Il nuovo regolamento prescrive che un'ampia gamma di motori debba rispettare la classe di efficienza IE3 e che gli azionamenti destinati al controllo della velocità e della coppia dei motori debbano essere conformi alla classe IE2. Il nuovo regolamento favorirà la riduzione dei consumi energetici in milioni di applicazioni motorizzate. Tuttavia, si tratta solo del primo passo in un processo di transizione verso una maggiore efficienza: nel luglio 2023 il regolamento Ecodesign verrà ulteriormente ampliato, portando il livello minimo per alcuni motori alla classe di efficienza IE4. Per comprendere meglio la rilevanza delle norme sull'efficienza dei motori, è utile conoscere il significato dei diversi standard di efficienza. Un motore a induzione raggiunge un'efficienza superiore al 90 percento ed è più efficiente di qualsiasi motori a combustione interna di un'automobile, la cui efficienza raramente supera il 35 percento. Un motore elettrico IE3, a seconda della potenza e della velocità, può raggiungere un'efficienza del 96 percento circa, mentre un motore IE4 ha perdite di energia inferiori di circa il 15 percento rispetto a un motore IE3. La tecnologia fornita attualmente da ABB eccede i requisiti normativi presenti e quelli che entreranno in vigore fra due anni. I motori IE5 con efficienza "ultra-premium" offrono il livello massimo di efficienza fra tutti i sistemi attualmente in commercio. In pratica, i motori IE5 hanno perdite inferiori del 20 percento rispetto a un motore IE4.

Gli ultimi webinar su Motori elettrici

Marco Felli

Integrazione tecniche ultrasoniche termografiche e vibratorie per la manutenzione predittiva

- Rischi e Costi del Guasto - Cosa si vede all'interno del Pannello - Guasto non Visibile - MechanoCheck - Indagini meccaniche - Analisi vibrazionale -Termografia su motori elettrici

Marco Felli

Diagnostica precoce per la manutenzione predittiva e efficienza energetica nelle utilities (casi di studio)

- Case History: Motore elettrico di un ventilatore - Case History: gruppo elettrogeno - Case History: Motori Elettrici Cementificio - Case History: Gruppo di cogenerazione

Altri contenuti su Motori elettrici

Franco Briccarello

Soluzioni MultiDrive in DC BUS per motori elettrici ingegnerizzate sulle specifiche esigenze impiantistiche

Vantaggi dei sistemi «Grid» Sincronizzazione con la rete Sincronizzazione con altre unità Grid Converter Funzionamento in parallelo con altre unità Grid converter Funzionamento in parallelo con generatori e/o reti elettriche Mantenimento del basso contenuto armonico Compensazione potenza reattiva dei carichi Bilanciamento del carico tra unità Grid, Generatori e/o reti elettriche Sistemi in isola

Grundfos Pompe Italia

I motori MGE grazie alla certificazione energetica IE5, garantiscono il massimo livello di efficienza energetica

I nuovi motori MGE di Grundfos sono caratterizzati dall'elevato grado di affidabilità, dalla possibilità di adeguare le prestazioni per diversi punti di lavoro, grazie alla presenza di un inverter integrato, e dal minor consumo energetico. I motori Grundfos introdotti nel 2013, erano costruiti in corrispondenza dello standard vigente ed oggi lo hanno superato. L’impiego di un inverter integrato sui motori, ha permesso di superare il livello di efficienza IE4, definendo l’IE5 come standard e quindi, il più alto livello di efficienza energetica per i motori elettrici. “Abbiamo utilizzato la nostra esperienza in fatto di software per creare un prodotto di alto livello, che unito all’affidabilità, crea opportunità per i nostri clienti ad esempio riducendo il tempo di ritorno sugli investimenti per un’elettropompa. È un risultato importante in questo settore. In combinazione con le nostre pompe, questi motori garantiscono ai nostri clienti un livello di efficienza senza eguali” afferma Kim Jensen, Direttore Regionale EMEA di Grundfos. I motori MGE sono dotati di componenti "intelligenti" che si adattano al sistema e permettono di ridurre il consumo di energia. Grazie anche ad altri componenti ideati per il risparmio energetico, come ad esempio il motore sincrono a magneti permanenti con inverter incorporato ad alta efficienza, i motori raggiungono il massimo livello nella loro categoria. Tutti i motori Grundfos MGE con inverter integrato, compresi nell’intervallo che va da 0,75 kW a 11 kW, sono certificati IE5.

Stefano Marotta

Manutenzione 4.0 tramite il Condition Monitoring

FAG SmartQB è una soluzione nuova e completa nel campo del Condition Monitoring. In caso di cambiamento di stato della macchina, viene visualizzato sul touch-display integrato un messaggio di full-text-allarme, indicando anche le possibili cause che hanno generato l’allarme. Le possibili ragioni su un motore elettrico ad esempio potrebbero essere: usura dei cuscinetti, sbilanciamento, problemi elettrici.

Franco Briccarello

Soluzioni Multidrive in DC BUS per motori elettrici ingegnerizzate sulle specifiche esigenze impiantistiche

Le applicazioni industriali necessitano sempre più di azionamenti per motori elettrici in grado di adattarsi in modo flessibile e dedicato a specifiche esigenze impiantistiche. La proposta Danfoss Drives, con la gamma prodotti VLT® e VACON®, è in grado di fornire soluzioni di elevatissimo contenuto tecnologico e qualitativo con la flessibilità indispensabile a soddisfare un mercato dei Drives sempre più dinamico ed esigente.

Stefano Marotta

SmartQB: toccare con mano il Condition Monitoring

Con FAG SmartQB viene messo a disposizione per la prima volta nella Divisione Industrial un sistema di controllo pronto all’uso per motori elettrici, pompe e ventilatori, che non richiede alcuna conoscenza specifica nel campo dell’analisi delle vibrazioni ed è molto semplice da installare.

Michela Rimoldi

Il ventilatore per grandi applicazioni fino a 2 megawatt

Con il nuovo G3G 315 ebm-papst amplia il portafoglio prodotti con una soffiante a gas innovativa, in grado di ottenere per la prima volta potenze termiche fino a 2 MW. Questo prodotto amplia le possibilità di applicazione in particolare per le soluzioni di riscaldamento decentrate. Il nuovo ventilatore G3G315 si basa sulla comprovata tecnologia EC GreenTech ad elevata efficienza e presenta tutti i vantaggi dei motori a commutazione elettronica. Per la prima volta, con un unico ventilatore è possibile ottenere potenze termiche fino a 2 MW in grado di riscaldare edifici di più piani o interi insediamenti abitativi. Questa soluzione offre ai progettisti nuove possibilità, come ad esempio soluzioni di riscaldamento decentrate, le quali, al contrario delle centrali termiche di teleriscaldamento riducono al minimo gli investimenti strutturali e la dissipazione di calore, traducendosi in un sostanziale abbattimento dei costi. Sia la ventola che la coclea del G3G 315 sono state ottimizzate dal punto di vista aerodinamico, . Gli sviluppatori hanno inoltre saputo coniugare dimensioni estremamente compatte con prestazioni elevate. Un ampio range di modulazione consente di aeguare la potenza in base alle differenti necessità: il numero di giri può essere regolato mediante un'interfaccia PWM o 0-10 V. La soffiante opera con una tensione di ingresso da 380 a 480 V, É inoltre in fase di sviluppo una versione da 200-240 V. Il G3G315 è stato progettato tenendo conto dei nuovi standard industriali 4.0: integra infatti un'interfaccia MODBUS-RTU che può essere utilizzata per la gestione di attuatori e sensori, i quali consentono, oltre alla memorizzazione di varie configurazioni, anche funzioni di monitoraggio. Ai clienti l'utilizzo del MODBUS offre inoltre un comfort di utilizzo più elevato e una maggiore sicurezza contro i guasti.

Sergio Perego

La distorsione armonica

I motori elettrici asincroni trifasi sono dispositivi semplici, affidabili ed economici, caratteristiche che li rendono particolarmente indicati per le applicazioni industriali. La velocità di un motore asincrono trifase, alimentato da rete, dipende da due fattori: •La frequenza della rete di alimentazione •Il tipo di avvolgimento del motore (numero di poli o coppie polari) Poiché la frequenza della rete è generalmente costante a 50Hz, la velocità del motore è generalmente fissa e può essere modificata per le diverse applicazioni solo cambiando la costruzione dell‟avvolgimento.

Cesar da Costa

Rotor failure detection of induction motors by wavelet transform and Fourier transform in non-stationary condition

(in lingua inglese) This case study presents a comparison between two methods for the detection of rotor bar faults in induction cage motors, validated and optimized. The first case uses FFT method and allows for the classical detection of broken bars based on the application of the Fourier transform to the stator current of an induction motor running in the steady state. Fault detection is achieved by studying the two sideband components (lower and upper) that appear around the supply frequency component. This classical approach has important advantages such as simplicity of data acquisition systems and required software, as well as robustness, and it has provided quite satisfactory results hitherto

Mita

Condensatori evaporativi MITA per un birrificio a Cuba

Nel corso del 2015 l’impianto produttivo di un birrificio a Cuba è stato interamente rinnovato, modernizzando anche il processo: in questo contesto sono stati installati 6 condensatori serie MCE forniti dalla società MITA di Siziano (PV) in sostituzione di alcuni condensatori di ferro verniciato completamente corrosi. I condensatori evaporativi MITA condensano il gas (ammoniaca/NH3) proveniente dai compressori dei gruppi frigoriferi, necessari per la refrigerazione, a 35 °C con una temperatura al bulbo umido di design di 28 °C. Il loro impiego ha consentito di ottenere una maggiore potenzialità termica complessiva (pari a 6804 kW), con un ingombro di spazio estremamente contenuto. Per questa applicazione MITA ha fornito 6 condensatori evaporativi modello MCE 5712 C/S (Container/Special), di dimensioni idonee al trasporto tramite container e personalizzati per rispondere alle specifiche necessità del cliente (es. accessi particolari per semplificare la manutenzione). La serie MCE: caratteristiche tecniche La gamma MCE, utilizzata per la condensazione di gas frigoriferi, è stata recentemente incrementata con batterie maggiorate, le sue principali caratteristiche costruttive sono: • potenzialità: da 120 kW a 2 MW • lunga durata: materiali “incorrodibili” per natura e resistenti nel tempo • accessibilità: svariate soluzioni per semplificare l’accesso ai componenti interni e per permettere un facile e totale accesso alla/e batteria/e • bassi consumi elettrici: motori direttamente accoppiati a ventilatori assiali per ottenere basse potenze elettriche installate • attenzione alle emissioni sonore: sono possibili diverse soluzioni tecniche per ridurre la rumorosità, misurata e calcolata secondo le norme ISO 3744, EN 13487. I condensatori evaporativi serie MCE nelle versioni Silenziate sono dotati di: • motori elettrici a basso numero di giri, ai quali sono direttamente accoppiate ventole con pale a profilo aerodinamico particolare • guaina fonoassorbente • tappetino anti-scroscio in pannelli di polipropilene • cuffie afoniche in aspirazione aria.

O.A. Zambrano

Failure analysis of a bridge crane shaf

(in lingua inglese) This study analyzed the failure of a bridge crane shaft, the analysis allowed concluding as follows. Stereography examination revealed the presence of beach and ratchet marks on the fracture surface and the fractography examination shows striations; all of this evidence indicates the shaft was fractured by fatigue. The shaft material did not satisfy the chemical composition standard; on the other hand, the microstructure was not adequate for this application because it has low mechanical properties and large amount of defects near to the fracture zone. Specifically, the study found the length of MnS inclusions above the value of critical inclusion size parameter, which produced a drastic decrease in fatigue life.

Circuito Eiom