FIRE - Federazione Italiana per l'uso Razionale dell'Energia

Presente solo con Speech

Speech al convegno

Il pacchetto Fit for 55 e la sfida per la decarbonizzazione
21 settembre 2021 - Sala Visconti

(Durante il convegno "Transizione energetica: Fit for 55, spunti e opportunità")

Relatori Dario Di Santo – FIRE

 

Strumenti a supporto dell'efficienza energetica
21 settembre 2021 - Sala Expo Plaza

(Durante il convegno "Lo sviluppo della cogenerazione in Italia")

Relatori Daniele Forni – FIRE

 

Contenuti

Il pacchetto Fit for 55 e la sfida per la decarbonizzazione

- Il settore energetico è la principale causa dell'effetto serra (75% inEU). - È dunque naturale che l'energia costerà di più. - Occorre inoltre investire molte risorse nella decarbonizzazione - Il pacchetto Pronti per il 55% nasce come proposta di percorso verso il target europeo di riduzione delle emissioni di gas serra del 55% al 2030 rispetto al 1990 - Le direttive sull'efficienza energetica e le fonti rinnovabili saranno riviste per introdurre i nuovi obiettivi collegati al 55%. - Il Fit for 55 per i trasporti - Novità per ETS - emission trading, e ESR - effort sharing regulation - Progetti europei

Strumenti a supporto dell'efficienza energetica

FIRE è un energy management a 360 gradi. Il progetto ESI Europe è uno tra gli strumenti a supporto dell'efficienza energetica. Si tratta di un modello per promuovere gli interventi di efficienza energetica nel settore privato sviluppato e applicato con successo in America Centrale. In Italia viene lanciato il modello GoSafe with ESI, una soluzione integrata in grado di aiutare le aziende di diversi settori, in particolare le PMI ad introdurre tecnologie efficienti nelle proprie strutture, con la certezza di raggiungere risparmi garantiti. Altri strumenti a supporto dell'efficienza energetica sono il Contratto GoSafe with ESI, la Validazione tecnica indipendente, l'Assicurazione dei risparmi energetici e i Finanziamenti Verdi. Tra gli strumenti a supporto dell'efficienza energetica anche il progetto europeo M-Benefits.

Approcci per favorire la realizzazione di interventi di efficienza energetica nelle PMI

Il progetto ESI Europe mira a replicare in Italia, Portogallo e Spagna un particolare modello per promuovere gli interventi di efficienza energetica nel settore privato. In Italia viene lanciato il modello GoSafe with ESI, una soluzione integrata in grado di aiutare le aziende di diversi settori, in particolare le PMI ad introdurre tecnologie efficienti nelle proprie strutture, con la certezza di raggiungere risparmi garantiti. Tra i target c'è la riduzione del rischio percepito associato agli investimenti in efficienza energetica da parte delle PMI.

Incentivazione della cogenerazione ad alto rendimento: i certificati bianchi CAR

i capitoletti sotto riportati riassumono ciò di cui si andrà a parlare nella presentazione: Cogenerazione: cos'è e perché è utile; I numeri della CAR; Una soluzione flessibile; Supporto economico; Schemi di supporto in vigore; TEE CAR: D.M. 5 settembre 2011; TEE CAR: lo schema di funzionamento; TEE CAR: prezzo con ritiro; TEE CAR: cumulabilità.

Video Webinar Best Practice e strumenti per mantenimento di prodotti surgelati: ottimizzazione della catena del freddo

La catena del freddo è tra i sistemi a più alta intensità energetica all'interno del settore Food & beverage, ma c'è ancora una scarsa comprensione del potenziale dell'efficienza energetica e dei vantaggi economici che si potrebbero raggiungere adottando le giuste misure di risparmio energetico. ICCEE pone la sua attenzione sulle piccole e medie imprese operanti nel settore del food & beverage. Tuttavia, la catena del freddo include anche grandi aziende. È possibile apportare i seguenti miglioramenti nelle varie fasi della catena del freddo:- - Miglioramenti a livello di edificio; - Miglioramenti dei sistemi tecnologici; - Miglioramenti sui trasporti; - Miglioramenti legati alla gestione.

Buone pratiche e strumenti per il mantenimento dei prodotti surgelati: l'ottimizzazione della catena del freddo

La catena del freddo è tra i sistemi a più alta intensità energetica all'interno del settore Food & beverage, ma c'è ancora una scarsa comprensione del potenziale dell'efficienza energetica e dei vantaggi economici che si potrebbero raggiungere adottando le giuste misure di risparmio energetico. ICCEE pone la sua attenzione sulle piccole e medie imprese operanti nel settore del food & beverage. Tuttavia, la catena del freddo include anche grandi aziende. È possibile apportare i seguenti miglioramenti nelle varie fasi della catena del freddo:- - Miglioramenti a livello di edificio; - Miglioramenti dei sistemi tecnologici; - Miglioramenti sui trasporti; - Miglioramenti legati alla gestione.

Video Webinar Efficienza e benefici multipli nella catena del freddo alimentare

Energy Management a 360° Progetti europei in corso: - Il progetto ESI Europe - M-Benefits ICCEE e la catena del freddo Esempio di efficientamento energetico nella catena del freddo del settore alimentare

Video webinar Tecniche per l'efficienza energetica e strumenti per stimolare gli investimenti

- SECEM: la certificazione degli EGE - Il progetto ESI Europe - Gli strumenti fondamentali di ESI - Le tecnologie implementabili - Il progetto M-BENEFITS - Un esempio di NEB nella catena del freddo - L'analisi dell'intera catena del freddo - Industrial Informative Network

Tecniche per l'efficienza energetica e strumenti per stimolare gli investimenti

- SECEM: la certificazione degli EGE - Il progetto ESI Europe - Gli strumenti fondamentali di ESI - Le tecnologie implementabili - Il progetto M-BENEFITS - Un esempio di NEB nella catena del freddo - L'analisi dell'intera catena del freddo - Industrial Informative Network

Video Webinar La gestione dell'energia per migliorare efficienza e sostenibilità

- Energy management a 360 gradi - SECEM: la certificazione degli EGE - La transizione energetica

Considerazioni sui TEE alla luce del progetto ENSMOV

FIRE: energy management a 360 gradi Il progetto ENSMOV, finanziato nell'ambito del programma Horizon 2020, mira a facilitare ed espandere la condivisione di conoscenze ed esperienze tra gli Stati membri per l'attuazione delle politiche ai sensi dell'articolo 7 della direttiva EED. Schemi d'obbligo attivi in Europa. Gli schemi d'obbligo coprono il 58% del consumo di energia finale nei paesi UE (dati 2017) Caratteristiche generali degli schemi d'obbligo. Lo schema dei TEE ha generato in questi anni oltre 28 Mtep di risparmi energetici cumulati, con il migliore indicatore di costo per tep risparmiata.

Efficienza e benefici multipli nella catena del freddo alimentare

Energy Management a 360° Progetti europei in corso: - Il progetto ESI Europe - M-Benefits ICCEE e la catena del freddo Esempio di efficientamento energetico nella catena del freddo del settore alimentare

La gestione dell'energia per migliorare efficienza e sostenibilità

- Energy management a 360 gradi - SECEM: la certificazione degli EGE - La transizione energetica

Strumenti per l'efficienza nel settore agroalimentare: contrattualistica e soluzioni per la catena del freddo

- SECEM: la certificazione degli EGE - La Percezione del rischio dell'efficienza energetica - Il modello di assicurazione del risparmio energetico - Risparmi energetici assicurati

Blockchain e benefici multipli, un supporto smart per la cogenerazione

- SECEM, Sistema Europeo per la Certificazione in Energy Management e la certificazione degli EGE - La Percezione del rischio dell'efficienza energetica - Il modello di assicurazione del risparmio energetico - Valutazione del mercato e potenziale di mercato - Blockchain: Management Information System - Esempio cogenerazione: industria ceramica

I benefici indiretti dell'efficienza energetica

La Federazione Italiana per l'uso Razionale dell'Energia è un'associazione tecnicoscientifica che dal 1987 promuove per statuto efficienza energetica e rinnovabili, supportando chi opera nel settore. La FIRE è attiva sia a livello italiano, sia a livello europeo ed internazionale, attraverso progetti co-finanziati e commesse. Benefici multipli dell'efficienza energetica. Schema M-Benefits

Schemi di incentivazione e finanziamento per la cogenerazione e l'efficienza

Energy management a 360 gradi. La FIRE è attiva sia a livello italiano, sia a livello europeo ed internazionale, attraverso progetti co-finanziati e commesse. Percorso verso il 2030: consumi finali. Un mercato elettrico in forte evoluzione. Schemi per l'efficienza energetica. Detrazioni fiscali: ecobonus. Percorso verso il 2030: consumi finali

Stimolare l'efficienza energetica nelle PMI del settore alimentare, il progetto ESI Europe

- Stimolare gli investimenti in efficienza energetica attraverso l'assicurazione del risparmio energetico - La Percezione del rischio dell'efficienza energetica - Il Modello ESI e i vantaggi dell'utilizzo del modello ESI - Il ruolo dell'ente di validazione - Il contratto standardizzato - Come funziona ESI

La Misura & Verifica e il monitoraggio

Misura e Verifica (M&V) E' il processo di pianificazione, misura, raccolta ed analisi dati il cui scopo e' quello di verificare e rendicontare i risparmi energetici risultanti dall'implementazione di un'Azione di miglioramento dell'efficienza energetica all'interno di uno specifico impianto/struttura.

Agevolazione energivori e industria 4.0

La Federazione Italiana per l'uso Razionale dell'Energia è un'associazione tecnico scientifica che dal 1987 promuove per statuto efficienza energetica e rinnovabili, supportando chi opera nel settore.

Come misurare i risparmi energetici e finanziare i progetti

IPMVP - International Performance Measurement and Verification Protocol, sviluppato negli anni ?90 d a l D e p a r t m e n t o f E n e r g y statunitense per rendere l?efficienza energetica una asset class a se s t a n t e . D a o l t r e 2 0 a n n i i l riferimento internazionale sulla Misura e Verifica (M&V)

Il modello ESI Europe

Stimolare gli investimenti in efficienza energetica attraverso l'assicurazione del risparmio energetico

Investor Confidence Project

Formazione per Sviluppatori di Progetto e Valutatori della Qualità: Protocolli Industriali

Le sfide dell' efficienza energetica nell'industria

Per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione l'efficienza energetica gioca un ruolo fondamentale. P e r i n v e r t i r e i n m o d o sostanziale il trend di crescita è n e c e s s a r i o a d o t t a r e politiche forti e allargate, nonchè sviluppare gli investimenti.

Contratti EPC: concetti base delle linee guida Eurostat 2018

La Federazione Italiana per l'uso Razionale dell'Energia è un'associazione tecnico scientifica che dal 1987 promuove per statuto efficienza energetica e rinnovabili, supportando chi opera nel settore. Oltre alle attività rivolte agli associati, la FIRE opera su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico per gestire l'elenco e promuovere il ruolo degli Energy Manager nominati ai sensi della Legge 10/91.