CTI - Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente

Transizione energetica: Fit for 55, spunti e opportunitŕ

La Commissione Europea ha presentato un nuovo pacchetto di proposte per la gestione delle attività di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici: “Fit for 55: delivering the EU's 2030 Climate Target on the way to climate neutrality”.

Per diventare il primo continente al mondo a impatto climatico zero entro il 2050, l’obiettivo ambizioso e prioritario che l’Europa si è posta, è necessario mettere in campo azioni, politiche e misure. Il “costo della carbonizzazione” sarà ulteriormente esteso ad altri settori consentendo nuovi ricavi da ridistribuire al mercato, per rendere le soluzioni pulite ancora più economiche e competitive, il ricorso alle fonti rinnovabili purché sostenibili sarà ulteriormente spinto così come i risparmi energetici, sarà supportata la crescita del mercato di veicoli puliti e di carburanti ancora più ambientalmente sostenibili, sarà rafforzato il ruolo dell’industria nella leadership della transizione energetica attraverso innovazione ed investimenti, la tassazione delle fonti energetiche terrà maggiormente conto degli obbiettivi dell'Unione. Tutte queste proposte, che propongono il concetto che “chi inquina paga”, avranno un impatto sull'energia e la sua gestione, sui trasporti, sui nuovi edifici e sulle ristrutturazioni di quelli vecchi, sui processi industriali e sulle tecnologie del futuro.

L’efficienza energetica rappresenta una delle più importanti leve nel processo di transizione energetica. Il suo carattere trasversale può senz’altro accelerare lo sviluppo economico e industriale del Paese e consente benefici multipli in termini (ad esempio) di miglioramento della competitività del settore industriale, di efficientamento degli edifici e così via.

La normazione tecnica può essere come sempre uno strumento importante per supportare gli operatori, il mercato, l'industria e le istituzioni ad assolvere il loro compito, ognuno per la sua parte. Le nuove direttive europee giocheranno quindi un ruolo fondamentale per interpretare al meglio la transizione energetica già in corso.