CTI - Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente

Desk 201 Area mcTER

Contenuti

Predisposizione degli edifici all'intelligenza. Pubblicati i due regolamenti applicativi della commissione europea

Il 21 dicembre 2020 sono stati pubblicati nella gazzetta ufficiale dell'Unione europea due importanti documenti applicativi della direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica degli edifici (articolo 8, paragrafo 10). REGOLAMENTO (UE) 2020/2155 - Istituzione di un sistema comune facoltativo per valutare la predisposizione degli edifici all'intelligenza REGOLAMENTO (UE) 2020/2155 - Modalità tecniche per l'attuazione efficace di un sistema comune facoltativo per valutare la predisposizione degli edifici

Attività degli organismi europei di normazione a sostegno degli ecosistemi industriali

Il sistema di normazione è stato determinante nell'affrontare gli effetti della pandemia. A tal proposito la Commissione europea (CE) ha chiesto agli organismi di normazione di mappare le attività in corso in relazione agli ecosistemi industriali. Il documento in oggetto, disponibile nell'area "legislazione" del CTI, è organizzato in due sezioni: la prima incentrata sul lavoro del CEN e del CENELEC e la seconda su quello dell'ETSI. Il documento riporta indicazioni e considerazioni sull'energia rinnovabile supportate dal quadro per le politiche dell'energia e del clima agli orizzonti 2020-2030 evidenziando l'importante ruolo dell'energia rinnovabile nella transizione verso un sistema energetico europeo più competitivo, sicuro e sostenibile.

La progettazione di edifici ad alta efficienza energetica: il confronto con un professionista del settore

Nei vari articoli di questa rivista si è parlato spesso di efficienza energetica nella progettazione degli edifici e ovviamente anche di come le norme costituiscano strumenti a disposizione dei professionisti per andare verso le cosiddette "best practices". Iniziamo quindi il nuovo anno nel modo migliore, continuando a parlare di progettazione, ma questa volta in maniera un po' insolita: entriamo direttamente in cantiere e facciamo due chiacchiere con un professionista del settore. Paolo Savoia, ingegnere e autore del libro "Impianti termici negli edifici residenziali ad elevate prestazioni energetiche" (Maggioli Editore), da anni progetta e propone soluzioni impiantistiche per edifici in grado di coniugare comfort e risparmio energetico.

SUPERBONUS - Il Decreto Rilancio

Purtroppo, il protrarsi dell'emergenza Covid-19 sta creando non solo problemi seri dal punto di vista sanitario e umano, ma anche criticità per la tenuta del tessuto economico di molti Paesi, tra cui il nostro. È noto quindi a tutti come le azioni del Governo siano state, in questi mesi, incentrate da un lato sul contrasto alla pandemia e dall'altro sul sostegno dei settori e delle categorie più colpite. In tal senso, tra i provvedimenti fondamentali, vi è il cosiddetto "Decreto Rilancio", più precisamente decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge n. 77 del 17 luglio 2020. In questo provvedimento sono state appunto varate misure a ristoro di varie categorie e settori, tra i quali quello dell'edilizia, attraverso il cosiddetto "superbonus" (il riferimento è l'art. 119).

mcTER: gli eventi CTI-EIOM Cogenerazione e Smart Efficiency

Dal 24 al 27 novembre si è svolta la settimana mcTER Web Edition, un ciclo di webinar dedicati ai settori più in voga di questi ultimi anni e punto di riferimento per gli operatori dei vari settori coinvolti. La partecipazione ha registrato numeri davvero molto importanti, soprattutto se si considera che da quest'anno tutti gli eventi sono stati gestiti interamente online. Eiom e CTI hanno quindi collaborato, come ogni anno da parecchio tempo ormai, per la realizzazione di mcTER Cogenerazione e mcTER Smart Efficiency. I due webinar di cui parleremo nel seguito sono stati possibili grazie agli interventi di soggetti istituzionali appartenenti al mondo della normazione, della ricerca e delle associazioni di categoria e agli spunti "tecnologici" forniti dalle aziende. Il Dossier propone alcuni degli interventi presentati durante le due giornate organizzate da EIOM e CTI.

Superbonus: incentivi sull'efficienza e sull'automazione

- Super Bonus - Aspetti chiave - BACS - Requisiti tecnici - valvole termostatiche / Building Automation

Biometano e sostenibilità

- Obiettivi di sviluppo sostenibile - Sostenibilità ambientale secondo le RED I e II - Contesto legislativo - Il primo operatore - L'RT 31 di Accredia Rev 3:2018 - Dichiarazione di Sostenibilità - Il Fossil Fuel Comparator

La Cogenerazione in Italia: a che punto siamo

- Introduzione alla Cogenerazione in Italia - Dati produzione - Grafici con Bilancio elettrico - Produzione elettrica e termica e indice elettrico - Sezioni e potenza CAR nel 2018 - Efficienza media della produzione CAR nel 2018 - Risparmio di energia primaria nel 2018 dovuto agli impianti CAR

Microcogenerazione: le novità 2020 e i meccanismi di incentivazione

- Micro Cogenerazione - Incentivi disponibili - SuperBonus 110% - Proposte GC <> - CTI - Proposte CT 251 - CTI - Evoluzione normativa - Ambiti di intervento

Le diagnosi energetiche come strumento per l'efficienza: le linee guida CTI

- Le diagnosi energetiche: Ambito economico (Dir. 2012/27/UE) - Le diagnosi sono il primo step verso un ritorno economico sostenibile dell'investimento - La UNI CEI EN 15900 - Energy review vs Energy audit - Linee guida nazionali CTI

SRI e building automation al servizio del terziario

- RSE: i consumi degli edifici non diminuiscono - Edificio 4.0: Green & Digital - La BA nelle direttive EU, la EPBD 3 844/2018 - Vademecum AiCARR-ANIE CSI sui BACS - La legge di attuazione della 844, Dlgs 48/2020 - Risparmi conseguibili per classe di automazione - L'adozione del SRI da parte della EU: atto delegato - SRI metodo multicriterio

Una novità nel panorama della normazione tecnica. La garanzia di origine per l'utilizzo di fonti rinnovabili.

La garanzia di origine per l'utilizzo di fonti rinnovabili, idrogeno compreso, anche in cogenerazione La Direttiva (UE) 2018/2001 sulla promozione dell'uso delle fonti rinnovabili porta con sé qualche novità interessante per il lettore di questa guida. Oltre a ridefinire le soglie di sostenibilità per bioliquidi e biogas utilizzabili in cogenerazione e a disciplinarne le modalità per le verifiche connesse, affronta anche l'importante tema della Garanzia d'Origine per l'energia. Il passaggio importante su cui si ritiene utile attirare l'attenzione è qualche "considerando" nella parte inziale della direttiva e l'art. 19. Il considerando (55) chiarisce sufficientemente bene che "le garanzie di origine [...] hanno unicamente la funzione di dimostrare al cliente finale che una determinata quota o quantità di energia è stata prodotta da fonti energetiche rinnovabili.

La normativa tecnica per l'efficienza energetica. A che punto siamo

Efficienza energetica sostenibile: gli step per un'EPIA (Energy Performance Improvement Action). 1. Diagnosi energetica e stima dei risparmi attesi 2. Valutazioni econ./finanziarie e contrattualistica 3. Costruzione e messa in servizio dell'EnPIA 4. Gestione e manutenzione 5. Misurazione e verifica

Strategie di efficienza energetica nel settore alimentare

Il settore alimentare rappresenta uno dei maggiori contributori netti alla produzione dei gas serra in ambito planetario grazie alle emissioni indotte sia dai consumi energetici - in larghissima parte derivanti dall'utilizzo di combustibili fossili - sia dalle emissioni di gas climalteranti derivanti dalla coltivazione dei suoli e dal comparto zootecnico. Ad aggravare tale situazione è la piena consapevolezza che tali emissioni sono destinate ad aumentare a seguito dell'inarrestabile incremento della popolazione mondiale oltre che delle sue esigenze alimentari. Unico strumento a disposizione risulta così una diffusa implementazione di strategie mirate all'efficienza energetica.

Prevenzione legionella ed efficienza energetica: un binomio possibile

Ogni anno la fonte ufficiale italiana (ISS) redige il rapporto annuale sulla legionellosi in Italia.

Gli EnPI o indicatori di efficienza energetica: uno strumento fondamentale per fare efficienza energetica

EnPI e norme di interesse La famiglia norme ISO 50001 ISO 50006 "Sistemi di gestione dell'energia - Misurazione della prestazione energetica utilizzando il consumo di riferimento (Baseline - EnB) e gli indicatori di prestazione energetica (EnPI) - Principi generali e linee guida" Gli Indicatori di efficienza energetica: come parlare la stessa lingua.

Una novità nel panorama della normazione tecnica

La garanzia di origine per l'utilizzo di fonti rinnovabili, idrogeno compreso, anche in cogenerazione. La Direttiva (UE) 2018/2001 sulla promozione dell'uso delle fonti rinnovabili porta con sé qualche novità interessante per il lettore di questa guida. Oltre a ridefinire le soglie di sostenibilità per bioliquidi e biogas utilizzabili in cogenerazione e a disciplinarne le modalità per le verifiche connesse, affronta anche l'importante tema della Garanzia d'Origine per l'energia.

OLTRE GLI NZEB IL PROGETTO EUROPEO CULTURAL-E

La ricerca applicata al settore delle costruzioni, affrontata in un'ottica olistica, risulta oggi essere più impegnativa rispetto al passato, infatti gli aspetti da considerare per dare compiutezza alle valutazioni sono maggiori e riguardano settori come l'efficienza energetica, le emissioni di carbonio, l'uso sostenibile delle risorse, la gestione del ciclo di vita e il comfort ambientale interno.

Sostenibilità biometano e biocarburanti. Le nuove versioni della UNI/TS 11429 e UNI/TS 11567

Il CTI ha iniziato a lavorare alla sostenibilità dei biocarburanti da tempo. Risale agli ultimi anni del precedente millennio l'attività in materia svolta dal Comitato in un consorzio finanziato dalla Commissione Europea e finalizzato ad approfondire le emissioni di gas serra e i principali impatti associabili alle filiere di biocarburanti note all'epoca: paglia, colture vegetali dedicate, legna, biodiesel, etanolo e biogas.

La cogenerazione oggi, pensando al domani

Di cogenerazione se ne parla oggi, come se ne parlava ieri e si continuerà a parlarne in futuro. La cogenerazione attrae e stimola il mercato: un convegno, seminario o workshop che sia, se parla di cogenerazione vede partecipazioni sempre numerose e un interesse costante se non in crescita. Ad ogni evento le aziende di settore, così come i progettisti e i fornitori di servizi presentano soluzioni nuove o ambiti applicativi stimolanti. Eppure, la tecnologia è ben nota da tempo e decisamente consolidata, ma attrae sempre. Non è così per altri settori, dove raggiunto il plateau, l'interesse rimane, ma più o meno sfumato. Perché?

Le novità normative sulla microcogenerazione

In questo articolo verranno illustrate quelle che sono, ad oggi, le principali novità sia sul piano normativo, sia su quello legislativo in merito alla microcogenerazione. Parliamo quindi di macchine con taglia relativamente piccola: dalle direttive europee è infatti definita "micro" la cogenerazione di taglia inferiore a 50 kW di potenza elettrica (la "piccola" cogenerazione arriva invece fino ad 1 MW).

Efficienza energetica degli edifici

Evidenziata dalla corte dei conti europea la necessità di maggiore attenzione al rapporto costi - benefici. Sul sito della Corte dei Conti europea è stata pubblicata la relazione speciale dal titolo "Efficienza energetica degli edifici: permane la necessità di una maggiore attenzione al rapporto costi-benefici". In calce al documento la Commissione europea (CE) viene fornita una risposta alle raccomandazioni della Corte dei Conti. Già nella relazione speciale n. 21/2012 la CE aveva emanato orientamenti per migliorare gli investimenti nell'efficienza energetica degli edifici, compreso il loro rapporto costi-benefici. Erano state individuate buone pratiche, strumenti finanziari, indicazioni su sovvenzioni e modulazione del tasso di aiuto.

Il CTI e l'aggiornamento delle norme ISO 50001, UNI CEI 11339 e UNI CEI 11352

- Introduzione a CTI - Aggiornamenti norme ISO 50001, UNI CEI 11339 e UNI CEI 11352

L'attività normativa sulla cogenerazione

- Ruolo della cogenerazione nel nuovo DL "RILANCIO" Art.119 "Incentivi per efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici (cosiddetto "superbonus") - La cogenerazione nel nuovo D.Lgs 48 del 10 giugno 2020 Modifiche al D.Lgs 192/05 per il recepimento della Direttiva 2018/844 (EPBD III) - Calcolo delle prestazioni energetiche di un cogeneratore (CT 251) - Metodo orario vs. Metodo mensile -

Gruppo consultivo Decreto Legislativo N. 102/2014 - Schema di Decreto recante attuzione della Direttiva (UE) 2018/2002

Il nuovo schema di decreto recante attuazione della Direttiva (UE) 2018/2002, che modifica la direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica, ha richiesto la convocazione del Gruppo Consultivo del CTI dedicato al Decreto Legislativo n.102/2014. Le varie tematiche oggetto della disposizione legislativa in corso di esame sono state affrontate nella riunione del 14 aprile (tenutasi rigorosamente online) da poco più di 40 esperti, in rappresentanza di aziende, associazioni e organi regionali. L'obiettivo conclamato all'inizio dell'incontro è stato chiaro: raccogliere le prime osservazioni e le prime proposte sullo schema di decreto, creando così i presupposti per un confronto su temi molto importanti per i settori coinvolti: contabilizzazione del calore e termoregolazione, diagnosi energetiche, sistemi di gestione dell'energia, meccanismi di incentivazione e molto altro ancora.

Attrezzature a pressione: revisione della UNI/TS 11325-8 Risk Based Inspection

La ha deliberato l'avvio dei lavori di revisione della UNI/TS 11325-8 "Attrezzature a pressione - Messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature e degli insiemi a pressione - Parte 8: Pianificazione delle manutenzioni su attrezzature a pressione attraverso metodologie basate sulla valutazione del rischio (RBI)". - La metodologia RBI - La normazione RBI in Europa - La normazione RBI in Italia

Prestazioni energetiche degli edifici - aggiornamento sulle attività CT 202 "Isolanti e Isolamento"

L'ultima riunione della CT 202 "Isolanti e isolamento - Metodi di calcolo e di prova" svoltasi il 17 aprile è stata l'occasione per fare il punto della situazione delle attività attualmente in corso nell'ambito della Commissione Tecnica. Numerose sono le attività in corso nei comitati tecnici di competenza della CT 202.

Emissioni di CO2 - Pubblicato il rapporto ISPRA con i dati 1990 - 2018

Il rapporto ISPRA appena pubblicato (aprile 2020) può fornirci un supporto per cercare di vedere il prossimo futuro un po' più roseo, o quantomeno meno grigio. Più nel dettaglio si tratta del "National Inventory Report 2020" contenente i dati sulle emissioni di Greenhouse Gases (gas a effetto serra) per gli anni 1990-2018. Essendo un arco temporale abbastanza lungo, ci permette di osservare un trend piuttosto significativo. La buona notizia è quella che le emissioni totali di gas serra, espresse in CO2 equivalente, escluse le emissioni e gli assorbimenti derivanti dall'uso del suolo e dalla silvicoltura, sono diminuite del 17,2% tra il 1990 e il 2018 (da 516 a 428 milioni tonnellate di CO2 equivalenti).

Il Green Deal Europeo una risposta ai problemi climatici e ambientali

Si riportano di seguito alcuni esiti e aspetti interessanti per quanto concerne il tema dell'energia e dell'ambiente. Tali tematiche sono e saranno affrontate da buona parte delle commissioni tecniche in seno al CTI. Tra gli obiettivi riportati nel documento vi è quello di perseguire una strategia di crescita dell'UE "giusta e inclusiva" attraverso la creazione di una società ad emissioni nette di gas a effetto serra pari a zero e in cui la crescita economica sia disgiunta dall'utilizzodelle risorse. Per sostenere il Green Deal europeo sarà necessario riesaminare le politiche per l'approvvigionamento dell'energia pulita in tutti i settori dell'economia focalizzando indirizzando i necessari investimenti sulla protezione e il ripristino degli ecosistemi naturali, agevolando l'utilizzo sostenibile delle risorse e perseguendo azioni per il miglioramento della salute umana.

Generatori di calore a biomassa. La nuova norma sull'installazione

Nel corso del 2020 saranno finalizzate tre importanti norme del comparto biomassa ed in particolare del settore dei generatori di calore a biocombustibili solidi, ovvero la revisione della UNI 10683 sull'installazione dei generatori a biomassa solida con potenza inferiore ai 35 kW, la UNI 10389-2 sulle misure in campo delle prestazioni dei generatori a biomassa e una nuova norma sulle verifiche in campo di camini e canne fumarie, tecnicamente definiti come Sistemi di Evacuazione dei Prodotti della Combustione (SEPC). Accanto a questi temi, seguiti dalle CT 252, 257 e 258, si vuole qui evidenziare quanto sta portando avanti la CT 253 "Componenti degli impianti di riscaldamento - Produzione del calore, generatori a combustibili liquidi, gassosi e solidi" che ha come focus la normazione sulle caldaie a biomassa e a combustibili liquidi.

Impianti in esercizio a combustibile solido e liquido - Nuova linea guida per la verifica

La Commissione tecnica CT 258 "Canne fumarie" sta completando i lavori di un nuovo progetto di norma dal titolo "Impianti alimentati a combustibile liquido e solido, per uso civile, in esercizio - Linee guida per la verifica dell'idoneità al funzionamento in sicurezza dei sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione". Il progetto di norma rientra in un più ampio progetto che intende definire le linee guida per la verifica dell'idoneità al funzionamento in sicurezza di tutte le parti dell'impianto, e in particolare: - linee di adduzione del combustibile liquido da serbatoio a bruciatore; - locali adibiti allo stoccaggio del combustibile solido; - apparecchi di utilizzazione e locali d'installazione; - sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione.

Impianti di ventilazione e condizionamento: gestione e funzionamento per evitare diffuzione del COVID-19

REHVA ha reso disponibile una prima interessante guida con i consigli per la gestione e il funzionamento degli impianti di ventilazione e condizionamento per evitare la diffusione del Covid-19 negli edifici pubblici e nei luoghi di lavoro. La guida intende fornire un complemento alle istruzioni generali per i lavoratori e i proprietari di edifici contenute nel documento WHO 'Getting workplaces ready for COVID-19'. Il campo di applicazione è limitato agli edifici commerciali e pubblici, come ad esempio uffici, scuole, centri commerciali e palestre in cui è prevista solo in cui è prevista solo un'occupazione occasionale di persone infette; sono ovviamente escluse le strutture ospedaliere e sanitarie.

Autoconsumo collettivo la novità del milleproroghe

Il 29 febbraio 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il cosiddetto decreto "Milleproroghe" (più precisamente: Legge di conversione n° 8 del 28 febbraio 2020). Svariate le misure contenute in tale provvedimento, in vigore dal 1° marzo. In questo articolo ne vedremo in particolare una riguardante l'autoconsumo di energia prodotta in situ da fonti energetiche rinnovabili.

Qualità dell'aria esterna, lo studio condotto in Emilia Romagna

Come ogni inverno, più o meno sempre nel periodo tra dicembre e febbraio, anche quest'anno ci siamo ritrovati a parlare di aria irrespirabile nelle città, di blocchi del traffico, di domeniche a piedi. Immancabili gli articoli anche sui media che, purtroppo spesso, cercano colpevoli senza capire nel dettaglio la natura del problema. Senza scendere troppo nel tecnico, proviamo a parlarne al fine di fornire un quadro completo e sufficientemente esaustivo per una valutazione.

Biocombustibili solidi - pubblicate le nuove norme su Pellet e Bricchette

Il 13 febbraio sono state pubblicate due nuove norme, elaborate dalla CT 282 "Biocombustibili solidi" del CTI, relative alla classificazione di pellet e bricchette legnose e non legnose e contenenti delle specifiche di prodotto ad integrazione delle attuali norme internazionali: la UNI EN ISO 17225-2 e la UNI EN ISO 17225- 6 che definiscono le caratteristiche del pellet e la UNI EN ISO 17225-3 e la UNI EN ISO 17225-7 che definiscono le caratteristiche delle bricchette.

Energia e Dintorni di Marzo

Editoriale "È il momento di guardare avanti" Emergenza Coronavirus - Tutte le informazioni sulle attività CTI Qualità dell'aria esterna - Lo studio condotto in Emilia-Romagna Blockchain e mercato unico dell'UE: le prossime tappe - Il parere del CESE Dossier "La sostenibilità dell'efficienza energetica. Un presupposto fondamentale per perseguire la decarbonizzazione del pianeta" Dati climatici - Parte la revisione delle norme di riferimento Casseri isolanti in EPS - parte l'iter di conversione della PDR 30:2017 in norma Corpi scaldanti - Riunione a Milano del CEN/TC 130 Biocombustibili solidi - pubblicate le nuove norme su pellet e bricchette

Legge di previsione 2020: le principali novità

A chiusura dello scorso anno, il 30 dicembre 2019 è stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale la Legge 27 dicembre 2019, n. 160 "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022". Il documento consta, tra testo e allegati, di circa 350 pagine suddivise in 19 articoli, di cui solo il primo composto da ben 883 commi, che disciplinano una serie di misure in materia: di fisco per il contribuente (proroga dell'ecobonus e bonus ristrutturazioni, cedolare secca, bonus facciate); fisco e misure per la crescita delle imprese; previdenza e pensioni; misure per le regioni del sud Italia; misure per il lavoro; misure per la famiglia e la disabilità; misure per la sostenibilità ambientale (Green new deal e Green Mobility). La legge è in vigore dal 1° gennaio 2020.

Povertà energetica: un problema spesso trascurato

Le domande di un giornalista mi hanno recentemente dato occasione per riflettere su un tema che viene spesso trascurato, ovvero quello della povertà energetica. Iniziamo col definire questo fenomeno. Sebbene a livello europeo non esista attualmente un criterio univoco e condiviso per esprimere il concetto, è stata tuttavia proposta una serie di indicatori che possono aiutare a quantificarlo e a stabilirne i contorni. L'osservatorio europeo per la povertà energetica (www.energypoverty.eu) fornisce quattro indicatori primari e diversi indicatori secondari.

Attrezzature a pressione: tre nuovi progetti al via

Sono stati di recente avviati alcuni nuovi progetti di particolare interesse, che coinvolgono le tre commissioni tecniche che compongono il Sottocomitato 3 del CTI: - CT 221 "Progettazione e costruzione di attrezzature a pressione e di forni industriali"; - CT 222 "Integrità strutturale degli impianti a pressione"; - CT 223 "Esercizio e dispositivi di protezione delle installazioni a pressione". Il GL1 della CT 221 ha tenuto la prima riunione insediativa dedicata a un nuovo progetto normativo per l'aggiornamento delle raccolte ISPESL VSR-VSG-M-S-F ai fini delle riparazioni di attrezzature a pressione in esercizio costruite in applicazione delle stesse raccolte.

Impianto termico: Definizione e conseguenze

Nell'ambito dei vari disposti legislativi relativi alla prestazione energetica degli edifici che si sono susseguiti nel tempo, a partire dal lontano 1993, la definizione di impianto termico è stata spesso modificata e rivista, creando talvolta "effetti indesiderati" nonché problemi interpretativi nell'applicazione pratica della legislazione. Può sembrare un esercizio di pura semantica, ma chi ha partecipato alle riunioni delle commissioni tecniche CTI coinvolte, sa perfettamente che si tratta invece di una questione che ha ricadute molto concrete sui prodotti, sugli operatori del settore e sugli utenti finali.

ATEX : Il controllo delle sorgenti di accensione negli impianti a rischio di incidente rilevante

- Riferimenti normativi per i luoghi di lavoro con rischio di esplosione - D.lgs. 81/08 TUSS - Titolo XI Protezione da atmosfere esplosive - D.lgs. 105/15 (Seveso III) - Impianti a Rischio di Incidente Rilevante (RIR) - Rischi di esplosione considerati dalle due normative (D.lgs. 81/2008 e D.lgs. 105/15) - Esperienza storica di incidenti rilevanti con esplosioni - Controllo delle sorgenti di accensione nelle attività RIR

Il ruolo fondamentale della normazione tecnica

- Il sistema Uni - Il sistema CEI - LA ISO 50001 Family - Il Piano d'Azione CE per finanziare la crescita sostenibile - Conclusioni

La normativa e la diagnosi energetica

Dal 1950 il principale compito del Comitato Termotecnico Italiano è quello di elaborare norme tecniche nazionali e internazionali nel settore della termotecnica e fornire supporto tecnico soprattutto alla PA. Il sistema normativo nazionale. Gli ambiti di intervento

Saluti e introduzione alle tematiche del convegno

Mostra Convegno mcTER SMART EFFICIENCY 28 giugno 2018. L'efficienza energetica di domani è SMART. Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente

Sistemi di gestione della sicurezza di processo negli impianti Seveso. La normativa tecnica UNI-CTI di riferimento

Chi è il CTI Energia e Ambiente 2. Il "pacchetto" di norme UNI CTI per la sicurezza degli stabilimenti con Pericoli di Incidente Rilevante: - norme prodotte e in produzione - rapporto con la normativa "cogente" - diffusione ed utilizzo 3. Focus su norme UNI per SGS-PIR